Cancro del seno, anche la flora batterica del tessuto mammario potrebbe predisporre alla malattia.

Cancro del seno, anche la flora batterica del tessuto mammario potrebbe predisporre alla malattia. La scoperta, della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS – Università Cattolica e l’Università della Tuscia, potrebbe portare a nuovi test per stimare il rischio di ammalarsi. Correlazione già accertata tra il 40% dei casi di tumore del seno, la sedentarietà e un'alimentazione non corretta.

link

Uno dei principali problemi che devono affrontare le donne giovani sottoposte alla chemioterapia per un cancro al seno è l’impatto del trattamento sul desiderio di avere figli e sulla fertilità

Uno dei principali problemi che devono affrontare le donne giovani sottoposte alla chemioterapia per un cancro al seno è l’impatto del trattamento sul desiderio di avere figli e sulla fertilità. Attualmente, sono in corso molti studi per valutare l’utilità e l’efficacia delle metodiche di preservazione della fertilità in queste pazienti giovani, ma queste misure rappresentano una reale necessità?

link

Un cocktail di farmaci epigenetici e immunoterapici nella lotta contro il tumore

Un cocktail di farmaci epigenetici e immunoterapici nella lotta contro il tumore. Ma soprattutto un mix farmacologico in grado di 'risvegliare' il sistema immunitario e metterlo nelle condizioni di riconoscere la malattia, anche quando questa si 'nasconde'. Questo l'obiettivo di una ricerca che si sta portando avanti a Siena nel centro di immunoncologia dell'Azienda ospedaliera universitaria, grazie a uno studio della Fondazione Nibit.

link

Cancro, vivere un evento traumatico può aumentarne il rischio

Cancro, vivere un evento traumatico può aumentarne il rischio. Lo suggerisce un nuovo studio italiano, secondo il quale il disturbo post-traumatico da stress sperimentato dalle vittime di attacchi terroristici sarebbe associato allo sviluppo di malattie oncologiche e non solo.

link

L'assunzione regolare di aspirina è associata a una riduzione dose-dipendente del rischio di carcinoma epatocellulare, uno dei tumori epatici più comuni

I dati di un nuovo studio presentato questa settimana al Liver Meeting, il congresso annuale dell'American Association for the Study of Liver Diseases in corso a San Francisco, hanno messo in luce come l'assunzione regolare di aspirina è associata a una riduzione dose-dipendente del rischio di carcinoma epatocellulare, uno dei tumori epatici più comuni.

link

Un tumore aggressivo e a crescente incidenza, con oltre 1.200 nuove diagnosi ogni giorno al mondo: è la preoccupante fotografia del tumore del pancreas

Un tumore aggressivo e a crescente incidenza, con oltre 1.200 nuove diagnosi ogni giorno al mondo e una ricerca che riceve solo il 2% dei fondi raccolti in Europa contro il cancro. E’ la preoccupante fotografia del tumore del pancreas. Tuttavia oggi, grazie ai progressi delle cure, della diagnosi e della ricerca, contro questa malattia si registrano successi impensabili anche solo pochi anni fa.

link

Accesso Utenti